Campo scuola Gruppi Giovanissimi: lasci o raddoppi?

Errore Immagine!Errore Immagine!


Puoi pensarlo nei minimi particolari, puoi avere tutte le accortezze, puoi offrire tutta l’attenzione e la disponibilità ma un campo scuola non sarà mai completamente come lo immagini. Ogni volta è diverso, bellissimo proprio perché diverso e unico. Tanto unico da imprimere un ricordo nelle giovani persone che partecipano, legato a persone, profumi, sensazioni, relazioni e stanchezza. Se vita e respiro sono inscindibili, campo scuola e stanchezza lo sono di più! Ci si stanca perché si agisce, in quei giorni c’è un’azione dell’anima che spero scombussoli un po’. A quest’età (non di chi scrive) i movimenti dell’anima si ripropongono pari pari nel corpo, si leggono gli stati d’animo guardando i volti ed i movimenti, soprattutto in comitiva, nel gruppo, quando si è in compagnia degli altri e in relazione. Insieme è più difficile nascondere chi siamo ad un attento osservatore. Ah, dimenticavo (caratteristica distintiva di chi scrive), il tema era diretto e provocatorio: Lasci o Raddoppi? A lasciare c’è sempre tempo ed opportunità ma a raddoppiare… Già solo l’idea di raddoppiare fa male, e già, perché il raddoppio presuppone il rischio di perdere anche quello che si ha, soldi o certezze, amori o amicizie, reputazione o leadership. Se raddoppi ti senti un dio, se nel tentativo di raddoppiare perdi tutto, ti serve Dio. Ma se lasci? Se lasci è perché desideri stabilità, non vuoi abbandonare il posto che occupi per cercarne un altro in avanti, non vuoi correre un rischio troppo grande rispetto alle certezze che hai. Ma col tempo ti rendi conto che la stabilità che desideravi era un movimento in avanti che hai evitato e piano piano hai cominciato a scivolare indietro credendo di stare fermo. Ma come potevi affrontare un rischio non controllabile senza gli strumenti giusti? E quali sono gli strumenti giusti? La Fiducia che genera Speranza. In cosa avere fiducia, nei soldi o nella forza, nella preparazione intellettuale o in cosa? In Dio è stata la proposta. Chi si fida di Dio spera in Dio e Dio, nessuno te lo può togliere. Ogni giorno ci siamo allenati alla fiducia e scatenati nel gioco, abbiamo frequentato un tale Gesù, dentro e fuori la chiesa (chi scrive intende l’edificio), sempre dentro la Chiesa. Meditazioni ed escursione tra fiume e boschi passando per partite di calcio (chi scrive vinceva sempre) e gruppi di lavoro, finendo con una caccia al tesoro e mega grigliata. Questo siamo e di questo siamo fatti, anima e corpo, perciò ci siamo divertiti seriamente e abbiamo animato l’azione. Che grande compagno di viaggio è Gesù (chi scrive afferma che è reale e sperimentabile) e forse dopo questo campo scuola, potremo addirittura scegliere di raddoppiare. E tu, Lasci o Raddoppi?


Michele Biondi

04/11/2017 | 17:02:01


Torna Indietro