Corso prematrimoniale al Sacro Cuore di Eboli

Errore Immagine!Errore Immagine!Errore Immagine!Errore Immagine!


Abbiamo iniziato questo corso con scetticismo e con la convinzione di essere obbligati a frequentare per avere in cambio l'agognato attestato. I pregiudizi fanno parte della natura umana, ed è cosa risaputa che le esperienze nuove spaventano. Già dalla prima sera, i molti dubbi, le paure, sono stati dissipati da un'accoglienza informale e simpatica. Paolo Sgroia e Cinzia Zurlo che ci hanno accompagnato per tutti i nove incontri, ci hanno colpito per la loro complicità, e per la loro fede e dedizione verso gli altri. E’ stata un'esperienza molto profonda, che ci ha portato anche ad una certa introspezione, e ci ha permesso di conoscere persone con una grande spiritualità. Don Giuseppe Guariglia, don Giuseppe Landi e don Roberto Faccenda sono preti di fede e non di religione, a loro ci sentiamo di dire grazie. Ci hanno stimolato alle riflessioni, a guardarci dentro, a considerare con severità e spirito critico la sacralità del matrimonio. Hanno trattato argomenti che sottolineavano sempre, come uomo e donna siano diametralmente opposti, però complementari. Affinché un matrimonio duri nel tempo, l'amore non basta, è un ingrediente essenziale, ma non l'unico, è importante che ci sia una compenetrazione di due caratteri che per natura sono diversi. La parte psicologica è stata molto interessante: come la paura dell'abbandono, il complesso di Edipo, la paura d'amare possono portare alla fine del rapporto di coppia. Ringrazio la psicologa Concetta Sgroia per le sue parole, i suoi insegnamenti, con la speranza che in futuro non diventino sedute hihihihi... Grazie a lei abbiamo maturato l'idea che la storia d'amore più importante è quella che abbiamo con noi stessi. Le testimonianze dei coniugi, nei vari incontri è stata il regalo dei regali, sono state parole molto toccanti, che ci hanno scavato dentro, aprendo degli squarci e ci hanno consentito di guardarci dentro... Le loro esperienze da genitori naturali o adottivi, saranno per noi regole e principi da seguire, perchè la genitorialità trascende dalla biologia. Concludendo, vogliamo ringraziare tutti per avervi conosciuto, con l'augurio che Dio sia sempre presente nella nostra e nelle vostre vite. Con affetto e stima.


Armando Caponigro e Teresa Astone

02/06/2015 | 22:44:57


Torna Indietro