L’infiorata di Piazza Borgo in onore del Corpus Domini

Errore Immagine!Errore Immagine!Errore Immagine!Errore Immagine!Errore Immagine!


Domenica 29 maggio 2016 si è snodata per le vie cittadine di Eboli la secolare processione del Corpus Domini, una delle più antiche della provincia di Salerno. Come tutti gli anni sono state tantissime le persone che con fede hanno partecipato alla processione, partita dalla chiesa di San Francesco sede della parrocchia di S. Maria del Carmine e S. Eustacchio nel Centro Storico, e terminata dopo un lungo tragitto nella Collegiata di S. Maria della Pietà. Durante il percorso le persone hanno esposto ai balconi e finestre le coperte più belle in segno di riverenza al passaggio di Gesù Eucaristia e lanciato petali di rose. E poi come da antichissima tradizione sono state allestite diverse cappelle votive realizzate con tende e lenzuola con all’interno dei piccoli altarini. La processione procede lentissima, spesso si ferma per donare la benedizione eucaristica ai bambini che vengono “passati” davanti all’ostensorio, tra la commozione dei genitori. E finalmente ecco giungere il corteo a Piazza Borgo, e uno spettacolo di colori si presenta davanti agli occhi delle persone che partecipano alla processione. Un’intera piazza è ricoperta di petali di fiori di ogni specie e colore che formano un percorso di immagini sacre dove può passare solo il sacerdote che sostiene l’ostensorio e le persone che sorreggono il baldacchino. L’infiorata è l’ultima tradizione, nata da pochi anni, in onore di questa processione così amata dagli ebolitani, realizzata dagli studenti del Liceo Artistico “Carlo Levi” di Eboli e “Sabatino-Manna” di Salerno, guidati dai proff. Pasquale Ciao e Salvatore Mansi, a supporto l’Associazione “Porta Borgo” del presidente Damiano Trovato. La processione dopo aver attraversato l’infiorata ha continuato il suo percorso benedicendo ancora tantissimi bambini e cappelle fino a giungere sul sagrato della nuova entrata della Collegiata di Santa Maria della Pietà, dove è stata impartita la benedizione eucaristica a tutte le persone che hanno seguito con devozione il corteo religioso.


Paolo Sgroia

31/05/2016 | 02:22:26


Torna Indietro